NEWS SALENTINE

Patata Zuccarrina 2022: è festa sabato 24 a Calimera, tra golosità e buona musica

Si rinnova il goloso appuntamento in concomitanza alla Madonna di Costantinopoli.

a cura di Alessio Peluso

Non possiamo nasconderlo: sia noi più grandi che i più piccoli siamo sobbalzati dalla sedia all’idea che il prossimo 24 settembre nell’area mercatale di Calimera ritorni la Festa della Patata Zuccarrina. Una vera delizia per il nostro palato, facile da preparare e da gustare. Da quella arrosto a quella fritta: la prima va lavata e asciugata. Poi riscaldare il forno fino a raggiungere almeno i 220°. Sistemare le patate in una teglia e infornare. La cottura varia a seconda della grandezza, ma con l’ausilio di una forchetta si può verificare se sia cotta, ovvero morbida e friabile. Poi arriva il momento di sbucciarla e gustarla.

Nel secondo caso la patata va lavata e sbucciata, prima di essere tagliata a fette. Mettere a friggere nell’olio in padella fino a che non raggiunga il classico color oro. Subito dopo versare in una scodella ed aggiungere lo zucchero. Ecco che le patate zuccarrine fritte sono pronte!

Saranno presenti vari stand gastronomici e piatti base che richiamano la patata zuccarrina, oltre a mercatini dell’artigianato locale. Non mancherà la buona musica con la presenza di Dj Keyeff ed “Io, te e puccia”, i quali riproporranno come loro consuetudine la musica del territorio, rivisitata in chiave punk-folk. Da Bruno Petrachi a Pino Zimba, tanti gli autori del passato tirati in causa.

Il folklore gastronomico sarà accompagnato dall’ambito religioso, in quanto si ricorda la Madonna di Costantinopoli, con la consueta fiera prevista per domenica 25. Ella anticamente, venne portata in salvo dai monaci in fuga da Bisanzio, prima per le cosiddette persecuzioni iconoclaste, poi quando si spense l’era Costantinopoli. Ecco perchè spesso nelle raffigurazioni si vede la Vergine spiccare da una cassa, proprio perchè al suo interno era portata in salvo via mare.

Non solo patata zuccarrina: proprietà benefiche e altri piatti tipici.

Molti pensano che le patate facciano ingrassare, ma non è vero: ciò che ha tale effetto è il grasso in cui spesso vengono cotte o con cui vengono condite. Chi desidera perdere peso o restare in forma dovrebbe evitare le patate fritte e preferire quelle bollite o al forno, in sostituzione di altri alimenti amidacei come pane e pasta.

Le patate contengono soprattutto carboidrati e poche proteine, sono quindi molto diverse dagli altri ortaggi. Se vengono cotte con la buccia conservano anche una significativa quantità di vitamina C e di potassio. Il contenuto di vitamina C comincia a diminuire quasi immediatamente dopo la raccolta, per cui le patate fresche ne contengono il massimo.

La patata molto versatile in cucina si presta ad altri piatti tipici come gli gnocchi, il gattò di patate napoletano, il purè o le stesse crocchette. Essendo morbide e ricche di amido sono indicate per gli anziani che hanno difficoltà di masticazione, come alternativa al pane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *